giovedì 9 luglio 2015

INTERVISTA A F. ROSSI

Abbiamo il piacere di condividere con Voi, l'intervista che la traduttrice F. Rossi ha rilasciato alla nostra Shanmei.

Benvenuta F. Rossi, parlaci di te, raccontaci il tuo percorso di studi.



Le lingue sono sempre state la mia passione, ma ho studiato l'inglese solo privatamente. La mia insegnante era una signora della Florida, appassionata e divertentissima, che mi ha fatto amare la lingua sin da subito. L'ho studiata a scuola, ovviamente, ma poi all'università ho preso un'altra strada, quella delle materie scientifiche.

Come è nato il tuo amore per la traduzione?



Da piccola mi piaceva tradurre per divertimento. Pensa che avevo iniziato a fare la traduzione de "Lo Hobbit" di J.R.R. Tolkien, ed ero arrivata quasi a metà :)


Come è iniziato il tuo lavoro di traduttrice? Quale è stato il primo test che hai tradotto?



A parte "Lo Hobbit", ho cominciato a lavorare nel campo editoriale dopo la laurea. Per un editore milanese mi sono occupata di una collana di libri sul software libero; era una piccola realtà, ne curavo interamente la pubblicazione, fino dalla scelta dei titoli e, per qualche titolo, ne facevo anche la traduzione o collaboravo con altri professionisti. La casa editrice poi è stata acquistata da un'altra più grande, come spesso accade, e la mia collaborazione con loro è terminata.


Hai fatto traduzioni per Case Editrici, Agenzie di marketing o pubblicità?



Tuttora, oltre il mio lavoro con Babelcube di cui ti parlerò dopo, faccio traduzioni di contenuti Web dall'inglese all'italiano; ho forti competenze nello sviluppo Web e unire le due cose è ovviamente vincente :)


Sappiamo che traduci autori stranieri che poi si auto-pubblicano in italiano. Come è nata questa idea? Quali opere hai tradotto fino ad oggi? E perché le hai scelte?

Tutto è nato da una pubblicità su Facebook. Ho scoperto un portale statunitense, Babelcube, che mette in contatto autori e traduttori. Gli autori propongono le proprie opere e i traduttori le scelgono, ricevendo come compenso per il proprio lavoro una percentuale sulle vendite dei libri. La cosa che mi è piaciuta di questo sistema è che le tempistiche di traduzione vengono scelte dal traduttore stesso; questo per me era vitale, dato che mi permette di integrare il lavoro di traduzione con il resto della mia attività. Ho tradotto una cinquantina di opere, che vanno dai manuali di produttività personale, ai romance, agli erotici. Le ho scelte in alcuni casi per interesse personale, in altri scommettendo sulla riuscita sul mercato italiano.

Hai riscontrato difficoltà nel far accettare agli autori questo nuovo modo di pubblicarsi in paesi stranieri o ne avevano già sentito parlare?

Nel mio caso gli autori erano tutti già auto-prodotti nel loro paese di origine, e sono stati loro a proporsi su Babelcube, quindi da parte mia non ci sono stati problemi.

Se questo tipo di pubblicazione diventasse sempre più diffuso, pensi che gli Editori non avrebbero più ragione di esistere o rimarrebbe solo una pubblicazione alternativa?

Non credo che sia una completa sostituzione degli editori. Anche se il contratto con l'autore su Babelcube comprende solo il lavoro di traduzione, per alcuni autori mi occupo anche del marketing italiano. Ovviamente loro, non parlando la lingua, non sono in grado di promuoversi da soli e hanno bisogno di appoggiarsi a qualcuno. Il lavoro dell'editore in questo caso è fondamentale.

Quanto tempo serve per portare a termine la traduzione di un romanzo?



Dipende ovviamente dalla lunghezza e dalla complessità del testo, ma 

sicuramente qualche mese.


Tradurre è il tuo lavoro principale, o fai altre attività?


No, anche se mi piacerebbe. Nella mia "vita vera" lavoro nel campo dell'informatica, mi occupo di sviluppo di siti web.


Preferisci una traduzione più letterale o creativa? O un mix delle due a seconda dei casi?



Credo che la traduzione debba veicolare gli stessi concetti e sensazioni dell'originale; per questo, quando è possibile uso una traduzione letterale, ma se questa non dà lo stesso feeling dell'originale mi 

distacco, anche molto in alcuni casi.

Esistono penali in caso di mancata consegna del lavoro nei tempi stabiliti? Ti è mai successo di incorrervi?

Con Babelcube non ci sono penali, ma ci sono vincoli di tempo. Mi è capitato di sforare solo con il primo libro che ho tradotto, perché non avevo considerato bene tutte le variabili, ma ho avuto la possibilità di 
chiedere una proroga all'autore, che me l'ha data tranquillamente. Alla fine si è trattato di una settimana in più, quindi niente di problematico. Ora che lo so riesco a calcolare meglio i miei tempi e non 
mi è successo più.

E veniamo al tasto più dolente, i pagamenti. Come ti tuteli dai committenti morosi?



Per quanto riguarda Babelcube, per fortuna sono piuttosto puntuali nei pagamenti. Per il resto dei lavori, ho preso l'abitudine di chiedere un anticipo; questo non risolve la questione, ma almeno non si resta completamente a bocca asciutta :)


Hai mai vinto premi dedicati ai traduttori?



No. In realtà non ho mai nemmeno preso in considerazione la possibilità di partecipare :)


Quale è l’ultimo libro che hai tradotto? Che difficoltà hai riscontrato?

La mia ultima "fatica letteraria" sono i libri di Sandy Raven: sono già pubblicati "Miss Amelia accalappia un duca" e "La sposa di Caversham", e sto lavorando su "Già sua". Si tratta di una serie di romance storici ambientati nell'Inghilterra del 1800, che narrano la storia dei componenti di una intera famiglia. Sandy scrive veramente bene, ha una prosa avvincente e dettagliata, e la difficoltà è  quella di riportare il tipo di linguaggio un po' arcaico necessario per questo tipo di narrativa. Spero di riuscirci bene!

Quale è il momento più bello per un traduttore?



Quando il libro va in pubblicazione... o meglio ancora, quando scala le classifiche! "Miss Amelia accalappia un duca" stamattina è al 4 posto nella classifica complessiva dei libri gratuiti su amazon.it; è una bella sensazione sapere che il proprio lavoro viene apprezzato.


Raccontaci un aneddoto, bizzarro, incredibile legato al tuo lavoro?



Non mi viene in mente niente :!


Quale consiglio daresti ad una persona che volesse intraprendere il lavoro di traduttore?

Fare molta attenzione alla forma: punteggiatura, ortografia e grammatica. Purtroppo a volte si trovano pubblicati libri pieni di problemi di questo tipo, sia di autori auto-pubblicati che curati da editori, che rovinano la potenzialità dell'opera. Il sito dell'Accademia della Crusca è un'ottima fonte di informazioni sui dubbi che ci possono venire.



Quali sono i tuoi progetti futuri?

Sicuramente proseguirò con la serie de "Le cronache dei Caversham", devo ancora tradurre altri tre libri e Sandy Raven sta già lavorando al prossimo. Inoltre, è in fase di editing "Il fato dell'alfa", la seconda trilogia di Tasha Black, paranormal romance di lupi mannari e magia.

La zitella Amelia accetta una posizione da dama di compagnia per la propria zia, un'arrampicatrice sociale che sta progettando il suo prossimo matrimonio, prima ancora di uscire dal lutto per il suo secondo marito. E l'uomo a cui sua zia sta dietro non è altri che il facoltoso vedovo, il duca di Caversham.
A una festa a cui partecipano sia il duca che la zia, Amelia rimane inorridita davanti al comportamento della sua parente, quindi decide di nascondersi nella biblioteca e nel giardino del suo ospite per tutta la durata della loro visita. Durante una passeggiata di sera, nel labirinto, incontra un signore di una certa età, che la intriga e la eccita. Fugge via senza saperne il nome, solo per incrociarlo di nuovo in biblioteca qualche giorno dopo, dove, con enorme stupore di Amelia, lui la bacia. E lei restituisce il bacio!
Amelia e il duca vengono sorpresi nel loro abbraccio appassionato dalla zia. Imbarazzata per il proprio comportamento libertino, Amelia fugge dalla stanza credendo che lui l'abbia usata per evitare la megera. Dopo aver affrontata quest'ultima, il duca fa ciò che crede sia la cosa più onorevole da fare, e progetta di sposare Amelia.

Penelope Hart vuole solo fare il suo lavoro. Doveva essere solo un altro giorno in biblioteca, ma quando Matt arriva lì, tutto cambia.
È affascinante, intelligente, e troppo bello per essere vero.
Matt convince Penelope ad andare alla ricerca di un libro con lui, ma sfortunatamente non si accorge che fuori si sta formando una tempesta. Cosa faranno quando rimarranno bloccati insieme nella biblioteca? Penelope riuscirà a non cedere alla seduzione di Matt?
Quando vengono salvati e l'identità segreta di miliardario di Matt viene rivelata, saranno in grado di restare insieme, o il loro amore si scioglierà come neve al sole?


Ainsley Connor ha voltato le spalle al proprio passato.
La sua vita perfetta come agente immobiliare di successo a Manhattan fa sembrare quasi un sogno i suoi ricordi di bambina, in cui è cresciuta come la figlia di un lupo mannaro. Quando un tragico incidente la fa tornare alla sua città natale, non riesce più a reprimere il suo lupo interiore.
Ancora peggio, il branco ha bisogno che lei si stabilisca lì e scelga un compagno, ma come fare dato che la cittadina universitaria è piena di mutaforma sexy, e tutti cercano la sua attenzione?
E i mutaforma non sono la cosa più strana che si può trovare a Tarker's Hollow...

Nessun commento:

Posta un commento